Ieri il faccia a faccia; Saviano all’Eliseo. L’invito di Macron allo scrittore anti Salvini

Il presidente della Repubblica francese Emmanuel Macron ha invitato all’Eliseo lo scrittore italiano Roberto Saviano. L’incontro si è svolto ieri pomeriggio alle 16, Macron e Saviano hanno parlato soprattutto di criminalità giovanile e di periferie, ovvero i temi del romanzo La paranza dei bambini (Feltrinelli) che viene adesso pubblicato in Francia da Gallimard con il titolo di Piranhas. Saviano, che si trova in questi giorni a Parigi per la promozione del libro, ha espresso a Macron la sua preoccupazione per la questione dei migranti, per la criminalizzazione delle organizzazioni non governative e per la mancanza di una politica condivisa di accoglienza e integrazione in Europa. L’autore di Gomorra è in scontro aperto con il governo italiano e in particolare con il vicepremier Matteo Salvini, che peraltro lunedì verrà in Francia per parlare a sua volta di migranti – e lotta al terrorismo – al vertice dei ministri dell’Interno a Lione. Saviano ha parlato a Macron anche dell’esperienza di Riace, «esempio virtuoso di accoglienza e integrazione», il cui sindaco Mimmo Lucano è stato arrestato per favoreggiamento dell’immigrazione. In questi giorni Saviano è conteso da radio, tv e giornali francesi, e se nelle interviste ricorda la minaccia di essere privato della scorta e la denuncia ricevuta da Salvini per averlo definito «ministro della malavita», non risparmia critiche anche a Macron, che con la sua politica migratoria «offre a Matteo Salvini la possibilità di dire « voi mi criticate ma fate la stessa cosa »» dichiara a Mediapart . Prima di andare all’Eliseo, giovedì sera Saviano è stato protagonista di una serata organizzata in suo onore a casa del filosofo Bernard-Henri Lévy, con la redazione della rivista di Lévy La Règle du Jeu e alcuni politici, scrittori e intellettuali tra i quali Ségolène Royal, Raphaël Glucksmann, Léa Salamé, Christophe Ono-dit-Biot, Jean-Paul Enthoven, Caroline Fourest. Lévy ha espresso ammirazione per «l’opera e il coraggio» di Saviano e gli ha posto «la stessa domanda rivolta nel 1990, in una occasione simile, a Salman Rushdie: come possiamo aiutarti?». «Già questa serata per me è un miracolo – ha risposto Saviano -. Come dice il mio amico Mimmo Lucano, in questi momenti ci sentiamo talvolta come su uno scoglio circondato da un mare di solitudine, e questa sera non è andata così».

Stefano Montefiori

6 octobre 2018

Corriere della Sera

Publicités

Répondre

Entrez vos coordonnées ci-dessous ou cliquez sur une icône pour vous connecter:

Logo WordPress.com

Vous commentez à l'aide de votre compte WordPress.com. Déconnexion /  Changer )

Photo Google

Vous commentez à l'aide de votre compte Google. Déconnexion /  Changer )

Image Twitter

Vous commentez à l'aide de votre compte Twitter. Déconnexion /  Changer )

Photo Facebook

Vous commentez à l'aide de votre compte Facebook. Déconnexion /  Changer )

Connexion à %s